Indietro

Spari contro l'auto di Bacci, due condanne

Gli imputati sono stati ritenuti colpevoli dei raid intimidatori contro l'imprenditore amico di Matteo Renzi. Spari contro l'auto e l'azienda

FIRENZE — Sono stati condannati Giuseppe Raffone e Pasquale D'Alterio, i due uomini ritenuti rispettivamente l'esecutore e il mandante dei raid intimidatori contro l'imprenditore Andrea Bacci, amico dell'ex presidente del Consiglio Matteo Renzi.

Per Raffone la sentenza prevede sette anni e sei mesi di reclusione, per D'Alterio, imprenditore di Chiesina Uzzanese, sei anni e nove mesi.

I due raid vennero messi in atto a poche ore di distanza l'uno dall'altro sparando alcuni colpi di pistola prima contro l'auto di Bacci, poi contro la facciata della sua azienda di Scandicci, la AbFlorence. Obiettivo dei raid: convincere l'imprenditore a pagare un debito non saldato.

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it